Medicina sociale

Salute e istruzione per i più deboli.

 

Il disastro nucleare di Chernobyl, avvenuto nel 1986, ha causato la contaminazione radioattiva di immense aree in Russia, Bielorussia, Moldavia e Ucraina. 25 anni dopo, dei terremoti hanno provocato avarie al reattore di Fukushima con effetti devastanti. Da allora, l’8 per cento della superficie del Giappone è contaminata dalle radiazioni. Durante la guerra del Vietnam, l’impiego del defogliante Agent Orange ha provocato la contaminazione da diossina di diecimila chilometri quadrati, con effetti nel lungo periodo.

 

Circa dieci milioni di persone (Studi Chernobyl) in Moldavia, Russia, Bielorussia e in Ucraina nonché in Giappone dovranno vivere ancora per decenni in un ambiente contaminato. In Cambogia, Laos e Vietnam, sono milioni le vittime indirette della guerra a cui l’erbicida Agent Orange, irrorato durante la guerra del Vietnam, ha procurato ogni genere di menomazioni. Le stime ufficiali parlano di circa 3500 bambini che ogni anno nascono con minorazioni fisiche imputabili alla contaminazione da Agent Orange.

 

Con il programma Medicina sociale, Green Cross Svizzera fornisce sostegno alle persone maggiormente colpite, aiutandole ad autoaiutarsi; in modo particolare i bambini, i giovani e le loro madri. L’organizzazione ambientalista adotta misure mediche, psicologiche e pedagogiche volte a migliorare le condizioni di vita di bambini, giovani adulti e famiglie in regioni contaminate da radiazioni e agenti chimici.

 

I progetti di Medicina sociale per le vittime di contaminazione nucleare in Ucraina, Russia, Bielorussia e Moldavia prevedono:

 

Colonie terapeutiche per bambini e giovani Per rafforzare il loro sistema immunitario e la loro psiche, bambini e giovani trascorrono almeno quattro settimane in un ambiente di aria pulita, nutrendosi di alimenti incontaminati e affiancati da un’assistenza medica completa. L’esposizione alle radiazioni viene così ridotta dal 30 all’80 per cento. Prima e dopo la permanenza nelle colonie, ai bambini viene fornita assistenza sanitaria nei luoghi di residenza da parte di un team itinerante di medici e consulenti.

 

Progetto madre e figlio Riposo per madri e bimbi accompagnati da assistenza psicologica e sanitaria. Le madri hanno l’opportunità di frequentare corsi di alimentazione sull’utilizzo di alimenti contaminati.

 

Cooperative femminili Per migliorare la capacità di autonomia delle donne e quindi anche delle comunità di villaggio, viene incentivato lo sviluppo di allevamenti di bestiame, di suini e di conigli, di piccole apicolture e piscicolture, o anche di laboratori di cucito.

 

I progetti di Medicina sociale per le vittime di contaminazione chimica in Vietnam, Cambogia e Laos prevedono:

 

Sostegno tecnico-ortopedico in Vietnam Ai bambini vittime dell’Agent Orange vengono forniti dispositivi ortopedici affinché possano camminare nuovamente e avere la possibilità di accedere a una formazione. Spesso ciò richiede degli interventi chirurgici preliminari e in seguito la frequentazione di una scuola di riabilitazione motoria.

 

Il Progetto di integrazione affronta la problematica dell’emarginazione sociale delle persone disabili. Ai giovani colpiti da minorazioni fisiche viene assegnato un credito sotto forma di una mucca gravida, credito che potrà essere rimborsato attraverso la vendita dei vitelli, del latte e che nel lungo periodo potrà quindi assicurare un’adeguata fonte di reddito.

 

In Laos e in Cambogia, a bambini, giovani e donne delle comunità dei villaggi colpiti vengono fornite assistenza sanitaria e ogni informazione utile in merito ai pericoli dell’Agent Orange. Le aree contaminate vengono contrassegnate in modo da bloccarvi le attività di pesca e di orticoltura, mentre l’impiego di speciali filtri assicura la disponibilità di acque pulite.

 

Il programma Medicina sociale è diretto da Maria Vitagliano. Green Cross Svizzera opera per l’attuazione del programma internazionale di Medicina sociale affiancata dalle altre organizzazioni nazionali Green Cross in Giappone, Russia, Bielorussia e Ucraina; in Moldavia con l’organizzazione non governativa Echo di Chernobyl e Healthy Family nonché con il Comune di Onitskani; in Vietnam con ULSA/Vietcot (University of Labor and Social Affairs). In Laos i partner sono il Ministero della Sanità, il Ministero della Difesa nonché Water Resources and Environment Administration (WREA) e gli specialisti in ambiente dell’Hatfield Consultants canadese. In Cambogia la collaborazione avviene tramite l’organizzazione non governativa Wathnakpheap.

Viaggio di studio

Dal 12 al 23 novembre 2017 – In un viaggio di 12 giorni vi mostreremo gli aspetti più interessanti del Vietnam, da nord a sud, con l’accompagnamento di Maria Vitagliano, responsabile del programma Medicina sociale di Green Cross Svizzera.

Ultimo comunicato stampa

Green Cross
Schweiz | Suisse | Svizzera
Heinrichstrasse 241
8005 Zürich
Tel. +41 (0)43 499 13 13
Fax +41 (0)43 499 13 14
info@greencross.ch

Spendenkonto Green Cross Schweiz:
PC 80-576-7
IBAN CH02 0900 0000 8000 0576 7