Mozioni e risoluzioni

Mozioni del parlamento svizzero

 

Mozioni Rudolf Imhof i Pierre Paupe 4 ottobre 2000

 

Contributo della Svizzera allo smantellamento delle armi chimiche in tutto il mondo

 

Il 4 ottobre 2000, il Consigliere nazionale Rudolf Imhof e il Consigliere degli Stati Pierre Paupe, in qualità di rappresentanti del Gruppo parlamentare di Green Cross, hanno presentato due mozioni di eguale tenore per l’incoraggiamento allo smantellamento delle armi chimiche in tutto il mondo.

 

Con due mozioni di eguale tenore presentate oggi dal Consigliere nazionale Rudolf Imhof e dal Consigliere degli Stati Pierre Paupe e sottoscritte da un totale di 218 parlamentari, si chiede al Consiglio Federale di avanzare, in un messaggio, delle proposte per un contributo fattivo da parte della Svizzera alla richiesta di smantellamento delle armi chimiche in tutto il mondo. I vari strumenti di politica estera e della sicurezza devono essere messi in atto in modo complementare e coordinato nel senso di una politica globale. L’obiettivo principale deve essere la distruzione reale delle armi chimiche, verificando tutte le opzioni al riguardo, dalle iniziative per un impegno rafforzato della comunità internazionale, a misure per la creazione di un clima di fiducia, fino alla partecipazione a progetti di prevenzione delle catastrofi e alla collaborazione tecnica nelle zone in cui sono installati magazzini di armi chimiche. ONG varie, mondo eco-nomico ed esperti federali devono rappresentare gli strumenti per introdurre questa trasformazione.

 

I due interventi parlamentari intendono fornire un contributo ad un’attuazione efficace della convenzione internazionale sulle armi chimiche (Chemical Weapons Convention, CWC). La CWC, entrata in vigore nel 1997 e ratificata fino ad oggi da 139 Stati, regolamenta la distruzione delle armi chimiche e ha come scopo quello di impedire il commercio mondiale di elementi chimici per armi chimiche, così come la nuova produzione di armi chimiche. La CWC contiene diversi elementi innovativi riguardo al controllo dell’osservanza dei trattati e ha dunque una funzione di precursore nel campo del disarmo. Un fallimento della CWC significherebbe un contraccolpo per altri trattati globali di disarmo e annullerebbe gli sforzi diplomatici, finanziari e personali fatti finora dalla Svizzera in questo campo. Se i magazzini delle armi chimiche non vengono smantellati, non solo permane il rischio di catastrofi con molte vittime e una massicciadistruzione dell’ambiente, ma aumenta anche la possibilità di un abuso delle armi chimiche per atti di terrorismo, ricatto o in conflitti regionali. La distruzione delle armi chimiche merita dunque un’elevata priorità negli sforzi della Svizzera volti a un disarmo internazionale e all’aumento della sicurezza e della stabilità globale.

 

 

Gruppo Parlamentare Green Cross Svizzera

 

 

 

 

Rudolf Imhof, Presidente                      Pierre Paupe, Membro

 

 

 

 

Per eventuali domande:

 

Rudolf Imhof

Presidente del Gruppo parlamentare Green Cross

Tel. 079 322 14 94

Tel. 031 322 99 11 (mattina)

 

Pierre Paupe

Membro del Gruppo parlamentare Green Cross

Tel. 031 322 99 11 (mattina)

Tel. 031 322 99 04 (pomeriggio)

 

Gruppo parlamentare GREEN CROSS A – Z

 

145 KB PDF File

 

 

 

 

Mozioni del Consiglio Europea

 

soltanto in lingua inglese e francese

 

In lingua inglese (110 KB PDF File)

PARLIAMENTARY ASSEMBLY

Council of Europe

Committee on the Environment and Agriculture

Preventing environmental disasters by destroying chemical weapons

Preliminary draft report

Rapporteur: Ms Lisbeth Fehr, Switzerland, LDR

 

In lingua francese (138 KB PDF File)

ASSEMBLÉE PARLEMENTAIRE

Conseil de l’Europe

Commission de l’environnement et de l’agriculture

Prévention des catastrophes écologiques par la destruction des armes chimiques

Avant-projet de rapport

Rapporteur : Mme Lisbeth Fehr, Suisse, LDR

Green Cross
Schweiz | Suisse | Svizzera
Heinrichstrasse 241
8005 Zürich
Tel. +41 (0)43 499 13 23
Fax +41 (0)43 499 13 14
info@greencross.ch

Spendenkonto Green Cross Schweiz:
PC 80-576-7
IBAN CH02 0900 0000 8000 0576 7